Menu
Attacco Parete Singolo Nero Nero

Il corpo delle lampade Phormalab

Quando si tratta di lampade a infrarossi si pensa solitamente di parlare del loro funzionamento e delle loro caratteristiche tecniche. Tuttavia è importante anche avere una visione d’insieme, focalizzandosi non solo sulla lampada a infrarossi di per sé, ma anche sul corpo che la sostiene.

 

I vantaggi dell’utilizzo dell’alluminio

 

Il materiale con cui è realizzato il corpo delle lampade a infrarossi è l’alluminio; un metallo estremamente diffuso sul nostro pianeta e utilizzato in buona parte degli oggetti di uso quotidiano in virtù delle sue proprietà. Si tratta infatti di un metallo molto duttile, quindi facilmente lavorabile; oltre a questo è anche molto leggero e resistente all’ossidazione.

 

Tutte queste caratteristiche lo rendono adatto alla creazione di oggetti di ogni tipo; in particolar modo l’alluminio viene utilizzato nelle componenti per illuminazione da esterno ed interno, ma anche per la realizzazione di lampade a infrarossi. Infatti la resistenza dell’alluminio all’ossidazione è notevole grazie alla formazione di uno strato di ossido sottilissimo che impedisce la formazione di ruggine.

 

La realizzazione del corpo lampada

Buona parte della lavorazione dell’alluminio avviene attraverso il processo della pressofusione, ossia un processo che comporta l’iniezione del metallo liquido all’interno di uno stampo di acciaio o ghisa. In questo modo le imperfezioni all’interno della componente realizzata saranno ridotte, paragonate ad altri sistemi di produzione, indipendentemente dalla quantità di metallo utilizzata.

Il corpo di una lampada a infrarossi (o meno) una volta che viene stampato viene poi rifinito, eliminando le imperfezioni esterne, lucidato, sabbiato e verniciato, utilizzando vernici a polvere atossiche. In seguito vengono aggiunte tutte le componenti, finendo il prodotto.

L’eccellenza made in Italy

Fin dall’inizio del secolo scorso si è distinta nel mondo la qualità made in Italy nel campo della realizzazione di prodotti in alluminio tramite il processo della pressofusione. Questo è dovuto alla possibilità di automatizzare i processi industriali che utilizzano la pressofusione, rendendo minori i costi e i tempi di produzione, aumentando nel contempo la qualità del prodotto finito.

L’automazione industriale è un campo di eccellenza italiana (una delle cosiddette 4 A: Automazione, Automobilismo, Abbigliamento e Alimentazione); applicata al processo di realizzazione del corpo in alluminio pressofuso di una lampada a infrarossi non può che dare un risultato eccellente.

Top