skip to Main Content

Consigli di installazione per lampade a raggi infrarossi

Al giorno d’oggi, le lampade ad infrarossi sono di tendenza. Producono calore pulito, consumano poco e non richiedono manutenzione. A seconda delle diverse esigenze c’è un dispositivo adatto a soddisfarle. Volete godervi un calore avvolgente fuori sulla terrazza? Oppure avete bisogno di riscaldare velocemente il bagno e gli angoli freddi di casa vostra? E’ importante sapere dove posizionare l’installazione delle lampade ad infrarossi.

I raggi infrarossi riscaldano senza necessità di preriscaldamento. Non fanno rumore, senza produrre odori e condensa e senza dispersione di polveri. Per questo sono ideali soprattutto per chi soffre di allergie. Per avvertire una piacevole sensazione di calore in terrazza o in balcone anche nelle giornate fredde, alcune lampade a raggi infrarossi si prestano appositamente a tale scopo. È importante sapere che i raggi infrarossi non riscaldano direttamente l’aria ambiente. Sono diretti verso tutti gli oggetti interni che rilasciano poi l’energia termica accumulata in modo permanente nell’ ambiente. Per poter contare su un calore piacevole, riflettete attentamente su come e dove posizionare la vostra stufetta. I seguenti consigli di installazione vi saranno d’aiuto.

Modelli di lampada ad infrarossi

Una piantana ad infrarossi va posizionata semplicemente sul pavimento e di conseguenza può risultare un ingombro se non avete ampi spazi. La lampada ad infrarossi può anche essere installata a parete o a soffitto. Di conseguenza riduce l’ingombro e soprattutto, grazie all’ illuminazione, può essere utilizzata proprio come una vera lampada. Solo che invece che limitarsi ad illuminare, riesce anche a riscaldare. Non è infatti un caso che ad oggi siano diversi i locali commerciali che si affidano a queste soluzioni.

Naturalmente anche le classiche stufe possono illuminare. Possono però risultare una scelta poco elegante e sofisticata per un imprenditore, decidere di posizionare nel proprio esercizio commerciale un elettrodomestico del genere. Inoltre i costi dei consumi sotto maggiormente elevati rispetto ad una lampada ad infrarossi.

COME POSIZIONARE E INSTALLARE DELLE LAMPADE AD INFRAROSSI

  • A soffitto: se montata sul soffitto, una lampada ad infrarossi rilascerà il calore dall’ alto. Più in alto è posizionata, più ampio sarà il raggio d’azione.
  • Due lampade a soffitto: maggiori saranno la lampade installate, maggiore sarà di conseguenza il raggio d’azione, così da poter avvolgere tutte le persone presenti nella stanza.
  • A parete: posizionando la lampada ad infrarossi a parete, la radiazione del calore verrà riflessa sulla parte opposta, che rilascerà a sua volta il calore, donando all’ ambiente un riscaldamento omogeneo.
  • Piantana: per fornire un calore mirato per tutta la stanza, donando una sensazione di comfort.

Installazione infrarossi semplice e veloce

Il grande vantaggio offerto dai pannelli a infrarossi è quello di essere alimentati elettricamente e quindi non hanno bisogno di pellet o legna. Di conseguenza non bisogna collegarli ad un impianto di riscaldamento o ad una caldaia. Quindi da questo punto di vista consentono una maggiore facilità di installazione. Montaggio che potrai eseguire da te, senza bisogno di chiedere l’aiuto di alcun tecnico specializzato. Se però tu e il “fai da te” non andate molto d’accordo, allora in questo caso è meglio chiedere aiuto ad un amico più esperto o meglio un tecnico del settore.

Dove posizionare la tua lampada

Per prima cosa bisogna decidere la zona di installazione: è preferibile montare il pannello sulle pareti che danno verso l’interno e non verso l’esterno, così l’irraggiamento sarà migliore. In caso di installazione a soffitto l’altezza dal pavimento deve essere compresa tra i 2,20 metri e i 3,20 metri (ciò per assicurare sempre un riscaldamento più efficiente). Bisogna anche considerare la presa della corrente che deve essere vicino al punto di installazione. Di conseguenza permette di non far vedere troppo il filo. Non sarebbe il massimo installare un pannello al soffitto con il filo troppo visibile.

Dopodiché dovete calcolare le distanze dagli oggetti: gli oggetti frontali devono trovarsi ad una distanza minima di 100 cm. Mentre quelli laterali ad una distanza minima di 25 cm. Non rispettare queste misure comporta un calo della resa.

Individua i punti di installazione: calcolate le distanze e non dimenticarti di segnare i punti dove andranno installate le lampade. A questo punto non resta che agganciare il pannello radiante: in un batter d’occhio avrai già finito di montare la tua lampada riscaldante.

Lampade riscaldanti da esterno: valuta il grado di protezione!

Importantissimo decidere fin da subito l’utilità e il posizionamento delle lampade infrarossi. Se il vostro scopo è quello di metterle magari fuori in giardino o al di fuori del locale, bisogna assicurarsi che il grado di protezione sia IPX5. Ovvero un livello di sicurezza garantito contro i getti d’acqua provenienti da qualsiasi direzione!

WhatsApp WhatsApp