Menu
Bar Parete

Riscaldatore ad infrarossi e lampada a infrarossi

Nel linguaggio comune la chiamiamo lampada a infrarossi, data la forma e la funzione estremamente simile ad una normale lampada elettrica. Tuttavia, proprio vista la sua doppia utilità, la diffusione di calore e l’irraggiamento di luce, essa può essere identificata come riscaldatore a infrarossi. Il limite è piuttosto sottile, tanto che i due termini, lampada e riscaldatore, possono essere usati come sinonimi.

 

Un altro nome per le lampade ad infrarossi

Iniziamo dal presupposto che le lampade a infrarossi sono chiamate così perché funzionano in modo identico a tutti i tipi di lampada che conosciamo. Solo che, oltre alla luce, hanno la capacità di diffondere calore, tramite l’irraggiamento. Per questo motivo il vocabolo riscaldatore a infrarossi è usato come sinonimo delle lampade a infrarossi.

Ciononostante va fatta una precisazione, che può apparire minuziosa, ma è necessaria toccando questo argomento. Riscaldatore a infrarossi è la tipologia di prodotto in cui rientrano le lampade a infrarossi, le stufe a infrarossi e i pannelli riscaldanti a infrarossi. Pertanto non è sbagliato identificare la lampada a infrarossi come riscaldatore a infrarossi, anche se può essere un’imprecisione.

 

Gli effetti del riscaldamento ad infrarossi

La lampada a infrarossi rientra nella categoria prodotto dei riscaldatori a infrarossi, così come le stufe e i pannelli irraggianti. Questi oggetti sono esteticamente molto diversi, tuttavia hanno in comune lo stesso scopo e principio di funzionamento: scaldare i corpi solidi tramite irraggiamento; ossia attraverso la possibilità di diffondere calore attraverso la radiazione elettromagnetica.

In poche parole, i riscaldatori a infrarossi, sono tutti quegli oggetti in grado di far aumentare la temperatura di un corpo, senza che sia necessario scaldare l’aria circostante. Questo è possibile sia in maniera diretta, ossia facendo sì che qualcosa rientri nel cono di luce e calore del riscaldatore; sia in modo indiretto, perché la radiazione rimbalza sulle pareti e sulle superfici dando una sensazione di calore “per riflesso”.

 

Oggetti in costante evoluzione

La diffusione di calore per irraggiamento con una lampada, una stufa o un pannello a infrarossi, è la maniera per scaldare un luogo, che si avvicina il più possibile alla trasmissione del calore dal Sole. Nonostante esistano molti detrattori di questo metodo per scaldare gli ambienti, la continua innovazione lo ha reso efficiente ed ecologico, portandolo a diffondersi sempre più, specie in grandi spazi e aree aperte, come terrazzi o saloni.

Mentre all’estero l’utilizzo di tali sistemi è notevole, in Italia il termine riscaldatore a infrarossi è forse ancora oggi troppo legato alla stereotipata immagine di un’anziana signora, seduta vicino ad una vecchia e costosa stufa a infrarossi; una realtà che forse poteva esser vera 15 anni fa. Oggi, grazie al progresso tecnico, abbinato ad un’evoluzione dei materiali e del design, tale accostamento può tranquillamente dirsi superato. I riscaldatori a infrarossi, lampade, stufe o pannelli che siano, sono infatti diventati molto più efficienti ed ecologici, oltre che efficaci e piacevoli da vedere.

Top